Come Pulire il Parquet

by / sabato, 16 maggio 2015 / Published in Naxos

Vi piace da pazzi il pavimento in ma temete di non riuscire a gestirlo? Niente paura: le regole per pulire il parquet sono semplici e facili da seguire, e vi assicureranno un pavimento che con il passare del tempo sarà ancora più bello del primo giorno. Ecco come pulire il in modo efficace e senza commettere errori fatali!

Pulire il parquet? Prima di tutto, come non farlo sporcare!

Il nemico numero uno del è l’acqua. Per questo non bisogna mai permettere che il resti bagnato a lungo! Evitate di posare il in ambienti particolarmente umidi come il bagno e asciugate prontamente ogni goccia d’acqua, per far sì che il non si macchi o deformi. Per una pulizia periodica, inoltre, si consiglia di passare sul pavimento in un panno ben strizzato, e non far entrare i listelli in contatto diretto con l’acqua, che si potrebbe insediare tra un listello e l’altro. E’ consigliabile inoltre ridurre il tasso di umidità in casa, arieggiando bene e spesso gli ambienti.

Se avete preso la temeraria decisione di mettere il in cucina, attenzione al contatto con alimenti e liquidi come olio, latte e vino!

Per proteggere il vostro pavimento in da abrasioni e ammaccature è utile tenere uno zerbino fuori dalla porta, mettere dei feltrini sotto gambe del tavolo e sedie e magari usare dei tappeti, i vostri migliori alleati in zone fortemente soggette e calpestio!

Pulire il parquet: come mantenerlo bello tutti i giorni

Se volete pulire il parquet, l’azione base da compiere è quella di togliere la polvere che sia accumula sulla superficie. Questa operazione può essere effettuata con una scopa con setole naturali, un aspiratore con spazzole apposite per i pavimenti in o un semplice panno elettrostatico per evitare qualsiasi tipo di abrasione.

Periodicamente poi, si può procedere al lavaggio del utilizzando un panno inumidito con acqua e detergente apposito per i pavimenti in legno. Evitate assolutamente sostanze aggressive come ammoniaca, alcol e candeggina che potrebbero consumare il vostro parquet! Dopo la detersione, il pavimento va lucidato passando un semplice panno di cotone.

Pulire il parquet: manutenzione straordinaria

In base alla finitura del vostro pavimento in è il caso di prendere precauzioni particolari due o tre volte l’anno per pulire il e mantenere belli i listlli a lungo. Se non siete sicuri di quale sia il miglior prodotto per il vostro parquet, rivolgetevi direttamente al vostro fornitore, che saprà indirizzarvi sicuramente verso il detergente più giusto.

Nel caso di con finitura a vernice, è consigliabile ravvivare lo strato protettivo con prodotti in dispersione acquosa. In commercio esistono prodotti specifici in grado non solo di rinforzare il contro i graffi, ma anche di mimetizzare le eventuali macchie e migliorare la resistenza all’umidità. Occasionalmente si possono usare delle cere, denominate Polish, lucide o opache: prima di applicarle bisogna però rimuovere l’eventuale strato preesistente con un panno.

Nei con finitura a cera bisogna ripristinare anche una volta al mese lo strato di cera, avendo cura prima di togliere quello preesistente. Per pulire il ad olio, invece, si può applicare una mano di olio specifico per ogni tre mesi circa.

Se riuscite a pulire il accuratamente, rimarrà bello a lungo. Il legno, infatti, è un elemento vivo, e invecchiando acquisirà un fascino e un carattere unici. Ogni dieci anni circa, in ogni, caso, si può procedere a lamatura e restauro, un processo effettuato da professionisti che renderà il vostro pavimento in bello come il primo giorno!

 

TORNA SU
Richiedi subito un PREVENTIVO ON LINE senza impegno!RICHIEDI UN PREVENTIVO